Sarà vero che il Ganoderma aiuta a smettere di fumare? In quest’articolo vediamo perché assumere il nostro amato fungo può aiutarci tantissimo a farci perdere questa cattiva abitudine…

In che modo il Ganoderma aiuta a smettere di fumare? Innanzitutto dobbiamo ricordarci che il nostro amato Ganoderma Lucidum, noto anche come Reishi, non è una bacchetta magica. In quest’articolo non lo si vuole di certo definire il rimedio miracoloso per smettere di fumare. Tuttavia è importante sottolineare perché questo fantastico prodotto naturale può svolgere un ruolo molto importante.

Per coloro che decidono di smettere di fumare è fondamentale infatti l’assunzione di prodotti antiossidanti. E sappiamo benissimo che il Ganoderma Lucidum è probabilmente il miglior antiossidante naturale (si leggano a proposito questi articoli sulle proprietà antiossidanti del Ganoderma Lucidum >>> CLICCARE QUI). In particolare il Ganoderma ha una forte azione chelante. Chi fuma, inala oltre 400 componenti tossiche, tra le quali: benzene, arsenico, benzoapirene e molti metalli pesanti come ad esempio cadmio e piombo.

Il Ganoderma Reishi e altre sostanze antiossidanti disintossicano l’organismo e lo depurano dai metalli pesanti. Ecco perché il Ganoderma aiuta a smettere di fumare. Inoltre, essendo questo fungo anche un efficace antinfiammatorio naturale, aiuta nella disinfiammazione delle mucose bronchiali e permette un recupero molto più veloce. Il Ganoderma è infatti anche uno straordinario “energizzante”.

Può essere assunto sia in capsule o polvere (>>> CLICCARE QUI) oppure si può assumere anche tramite bevande di uso comune quali caffè, tè, tisane o cioccolata (>>> CLICCARE QUI).

Riassumendo si consiglia vivamente l’assunzione di questo prodotto straordinario che deve essere però considerato un integratore disintossicante e depurativo, non la soluzione unica al problema di chi vuole smettere di fumare. Il Ganoderma aiuta a smettere di fumare a patto che lo si voglia davvero. Per smettere di fumare è infatti necessario un approccio olistico che prenda in considerazione tutti gli aspetti che portano una persona a fumare. Non si può risolvere il problema unicamente dal punto di vista fisiologico. E’ necessario considerare anche la sfera psicologica e quella spirituale.

Se vuoi lasciare un commento o una domanda in merito a quest’articolo “Il Ganoderma aiuta a smettere di fumare?” puoi farlo nell’apposita area più in basso a quest’articolo.

Si sconsiglia l'assunzione di Ganoderma e del Cordyceps per le seguenti categorie di persone:

  • persone che assumono farmaci anticoagulanti
  • persone che hanno subito un trapianto d'organi
  • persone allergiche ai funghi
  • donne in gravidanza

ATTENZIONE

Ganoderma-Salute.com non è un sito medico. Ci teniamo a precisare che tutte le informazioni presenti in questo spazio sono corrette, ma di natura generale e a scopo divulgativo. Non provengono da prescrizioni mediche e, pertanto, non possono sostituire in alcun caso il consiglio clinico degli operatori sanitari. Consigliamo di non utilizzare tali informazioni come unico strumento di autodiagnosi, e tanto meno per l’automedicazione. Per un esatto trattamento medico e una diagnosi efficace, l’unica via è la visita dallo specialista.


Leave a Reply

Your email address will not be published.