Dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma?

Dopo quanto tempo si hanno i benefici con il ganoderma

Molti lettori ci stanno chiedendo dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma.

In quest’articolo ti voglio rivelare dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma. La cosa però che voglio dirti per prima è che anche per il Ganoderma, come nel caso dei farmaci, la risposta a questa domanda è soggettiva. Pensa ad esempio al caso di un analgesico. Ad una persona può bastare prendere un’aspirina per farsi passare il mal di testa. Ad una persona invece ne servono 3. Anche il Ganoderma funziona allo stesso modo. Dipende dalle caratteristiche del tuo corpo e dal modo in cui reagisce al Ganoderma.

In quest’articolo voglio darti tuttavia delle indicazioni per farti capire dopo quanto tempo si hanno i benefici con il ganoderma, sulla base della mia esperienza e di molte persone che conosco. Dobbiamo prima però fare una distinzione tra coloro che assumono o vogliono assumere il Ganoderma per prevenzione/benessere e quelli che invece vogliono migliorare una precisa patologia.

Dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma nei casi nei quali non ci sono patologie in corso?

Tra le principali proprietà del Ganoderma Lucidum, noto anche come Reishi, vi è quella di rafforzare il sistema immunitario. Nel caso in in cui tu decidi di assumere il Ganoderma Lucidum per prevenzione/benessere e rinforzamento del tuo sistema immunitario, puoi ottenere dei benefici già dopo due settimane di normale dosaggio.

Per normale dosaggio intendo quello che ho indicato in quest'articolo (CLICCA QUI per accedere all'articolo).

Fasi di rinforzamento del sistema immunitario da parte del Ganoderma

Nei casi nei quali non ci sono patologie in corso, il Ganoderma punta a depurare l'organismo, individuare eventuali carenze e riequilibrare le varie funzioni dei nostri organi. Ecco come agisce normalmente il Ganoderma nelle prime settimane di assunzione:

  1. Scansione: la prima cosa che fa il Ganoderma è analizzare il tuo organismo, capirne le caratteristiche, individuare punti di forza e punti di debolezza. La sua natura adattogena fa sì che il Ganoderma agisca solo dove è necessario e nella misura necessaria
  2. Depurazione: Il Ganoderma è uno straordinario antiossidante, uno dei più potenti presenti in Natura. Il Ganoderma si comporta in questa fase come uno spazzino contro le tossine e le impurità che si accumulano nel nostro corpo (colesterolo, eccessi di grasso o tessuto, acido urico). Questi elementi vengono normalmente eliminati dal nostro corpo tramite l'urina e il sudore. Grazie al Ganoderma questo processo viene velocizzato.
  3. Regolarizzazione: Il Ganoderma Lucidum ha un effetto riequilibrante delle funzioni dei vari organi. Questo permette nelle patologie di poco conto (quelle più lievi) di evitare l'assunzione di farmaci (meglio sempre consultare il proprio medico). Il Ganoderma porta equilibrio sia fisico che mentale.
  4. Rinforzamento: In questa fase incomincia il rinforzamento del sistema immunitario. Il corpo è in equilibrio e in salute ed è arrivato il momento di aumentare le difese in modo che nulla possa scalfire il tuo benessere. Il Ganoderma rende le tue difese immunitarie più forti e aggressive di fronte a qualsiasi patologia.
  5. Ringiovanimento: Con un corpo in equilibrio e un sistema immunitario forte, è normale sentirsi più giovani, vitali e sani.

Questa situazione è quella che riguarda soggetti senza patologie. Quello che conta è essere costanti ed assumere il Ganoderma tutti i giorni.

Dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma nei casi nei quali è in corso una o più patologie?

E' importante innanzitutto sottolineare che il Ganoderma Lucidum non cura le malattie, non può sostituire i farmaci e le prescrizioni mediche. E' tuttavia un prodotto che può essere un supporto incredibile alle normali terapie farmacologiche. Dire dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma in questi casi è molto difficile e varia da persona a persona. Ti consiglio in questi casi di discuterne sempre con il tuo medico che ti potrà dare le indicazioni migliori per la tua salute.

Se vuoi approfondire questo tema circa dopo quanto tempo si hanno i benefici con il Ganoderma puoi scrivermi una domanda o lasciare un commento qui sotto.

Si sconsiglia l'assunzione di Ganoderma e del Cordyceps per le seguenti categorie di persone:

  • persone che assumono farmaci anticoagulanti
  • persone che hanno subito un trapianto d'organi
  • persone allergiche ai funghi
  • donne in gravidanza

ATTENZIONE

Ganoderma-Salute.com non è un sito medico. Ci teniamo a precisare che tutte le informazioni presenti in questo spazio sono corrette, ma di natura generale e a scopo divulgativo. Non provengono da prescrizioni mediche e, pertanto, non possono sostituire in alcun caso il consiglio clinico degli operatori sanitari. Consigliamo di non utilizzare tali informazioni come unico strumento di autodiagnosi, e tanto meno per l’automedicazione. Per un esatto trattamento medico e una diagnosi efficace, l’unica via è la visita dallo specialista.

11 Comments

  • Piero Igino Lai

    Reply Reply ottobre 7, 2015

    Salve !
    Io Ho avuto una epatite C , e purtroppo il mio fegato ha subito seri danni , ho una cirrosi . Vorrei sapere se il ganoderma apporti dei benefici al fegato al mio corpo in generale vista la patologia e se può aiutare il fegato a funzionare meglio . E se può guarire dalla cirrosi . In quanto tempo posso avere questi benefici ?

    Grazie !

    • Ganoderma-Salute

      Reply Reply ottobre 7, 2015

      Salve Piero
      Tra le principali proprietà del Ganoderma Lucidum c’è quella di pulire fegato e reni. Da questo punto di vista quindi potrebbe darle degli ottimi benefici. Non sò dirle in quanto tempo ma posso sicuramente dirle che bisogna farlo lavorare nel medio-lungo periodo con un assunzione quotidiana costante. Ha provato a parlarne con il suo Medico?

  • LILIANA

    Reply Reply ottobre 18, 2015

    Buona sera, mia figlia 20 anni ha un’infiammazione tendinea alle mani da più di un anno , dopo vari accertamenti il reumatologo dice che potrebbe essere un preludio dell’ artrite reumatoide (esami del sangue negativi, RM evidenzia un’infiammazione), le ha prescritto 1 mese (di prova) di cortisone. un’amico mi consiglia il ganoderma , ma sono dubbiosa se sostituirlo al cortisone o affiancarlo. mi paicerebbe capirene di piu’.
    grazie
    Liliana

    • Ganoderma-Salute

      Reply Reply ottobre 19, 2015

      Salve Liliana
      Il Ganoderma Lucidum può essere affiancato ai prodotti che le ha dato il medico. Non ha interazioni o controindicazioni (tranne nel caso di persona che prende farmaci anticoaugulanti o ha subito un trapianto d’organo). Non deve sostituire i prodotti che le ha prescritto il medico ma affiancarli. Sarà soltanto il suo medico che, dopo che il Ganoderma avrà iniziato a dare benefici, sulla base di nuovi esami, potrà ridurre la dose di cortisone e/o di altri farmaci

    • Gianluca

      Reply Reply maggio 30, 2016

      ciao Liliana,

      ti consiglio di farle fare esami per rilevare eventuale disbiosi e permeabiltà intestinale che secondo le ultime ricerche possono innescare malattie autoimmuni.

      Curando disbiosi e permeabiltà intestinale, l’infiammazione potrebbe ridursi e guarire se fortunata, ma conta molto anche l’alimentazione.

      Ti suggerisco di cercare su google, youtube e facebook “permeabilità intestinale” insieme ad uno di questi nomi dr. Paolo Mainardi (neurochimico), dr. Giuseppe Pigoli (medico), dr. Alessio Fasano (medico), prof. Antonio Sgabarrini (medico).

      Gli esami si possono fare presso i laboratori Synlab che trovi in diverse città, oppure presso Valsambro a Bologna, oppure sentire direttamente il prof. Sgabarrini.

      In bocca al lupo
      Gianluca

  • Silvia

    Reply Reply dicembre 9, 2015

    Buongiorno io l’ho assunto in gravidanza quali sono le controindicazioni?grazie

    • Ganoderma-Salute

      Reply Reply dicembre 9, 2015

      Ciao Silvia
      solitamente si tende a sconsigliare l’assunzione del ganoderma in gravidanza perché è un momento particolare per una donna e non si hanno studi al riguardo. Comunque se posso tranquillizzarti conosco diverse donne che lo hanno assunto in gravidanza ottenendo solo grandi benefici

  • Rosangela Monteiro

    Reply Reply agosto 24, 2016

    Buonasera, mi chiamo Rosangela Monteiro ed ho 56 anni. Dal 2007 soffro di artrite reumatoide. Attualmente faccio una puntura di reumaflex da 15 mg ogni 10 gg. Vorrei sapere se può essere utile per la mia salute prendere il Ganoderma Lucidum.
    Grazie e sakuti

    • Ganoderma-Salute

      Reply Reply agosto 25, 2016

      Rosangela….ci sono ricerche scientifiche importanti sui benefici del ganoderma sull’artrite reumatoide….le consiglio di parlarne con il suo medico curante….se poi ha bisogno di ordinarlo mi può contattare qui

  • Giuseppe Tommasone

    Reply Reply febbraio 9, 2017

    Salve, io assumo farmaci anticoagulanti (xarelto) , ma ho letto che è sconsigliato assumere il Ganoderma in polvere, ma posso assumerlo in altre forme e a che dose? Grazie

    • Ganoderma-Salute

      Reply Reply febbraio 10, 2017

      Buongiorno Giuseppe, in generale si sconsiglia l’assunzione di ganoderma in grandi dosi per chi assume farmaci anticoagulanti. Però è difficile stabilire quale dose per lei va bene e quale è troppa.

      La soluzione migliore è che lei ne parli con un medico che, sulla base dei suoi esami e sulla base dei farmaci che prende, le darà le indicazioni migliori.

      Al giorno d’oggi sempre più medici conoscono questi funghi come ottimi integratori alimentari.

Leave A Response

* Denotes Required Field